Recensione Resident Evil 6

Resident Evil 6

Premessa

Raramente scarico le demo dal PSN, però 2 settimane prima dell’uscita ho fatto questo errore. Poteva costarmi caro, nel senso che a me la demo di RE6 non mi era piaciuta per niente, anzi a dirla tutta mi sarebbe piaciuto fare una recensione della stessa e dargli un 5 come voto.

Questa cosa mi ha fatto capire che la maggior parte delle volte le demo, al posto di schiarirti le idee, ti confondono e ti fanno dare un giudizio affrettato e non veritiero.

La fortuna vuole che il giorno che mi sono recato al mediaworld, per aquistare DOA5, mi sono ritrovato davanti RE6 e il bancomat in tasca ( che adesso non ho più porca putt.. e anche mignot… ho perso il portafoglio propio in settimana ).

Resident Evil 6 CE

Non ho potuto resistere, il primo amore non si scorda mai, perciò mi sono comprato questa versione fighissima in plastica rigida con lo zombie in copertina.

Recensione

Questo Resident Evil, per chi non avesse neanche provato la demo, si divide in 3 campagne, ognuna con 2 personaggi come protagonisti. Oltre a queste, una volta finite, si sbloccherà la quarta campagna con un personaggio segreto ( non propio segreto visto che in tutte le campagne lo incontrerete ).

Siamo a metà del 2013 e quei fii della CAPCOM, incuranti delle previsioni dei Maya, ambientano questo Resident Evil a 4 anni di distanza del suo predecessore. Una nuova organizzazione chiamata Neo Umbrella ( che fantasia nel nome, prima Umbrella e adesso Neo Umbrella ) cerca di conquistare il mondo con attacchi Bio Terroristici tramite un nuovo virus, chiamato Virus C.

Resident Evil 6 Gameplay

Questo virus è potentissimo, basta solo inalarlo per diventare bestie assetate di carne umana( passando quindi da prede a predatori).
Il gioco lo potrete iniziare con i personaggi che vorrete, ogni storia avrà un inizio e una fine indipendentemente dalle altre narrate. Quando inizierete una campagna, molte volte, nei filmati di narrazione vi capiterà di interagire con i protagonisti delle altre campagne, che in quel momento si trovano nel vostro stesso luogo ma per motivi differenti.
Se iniziate la campagna con Leon ed Elena incontrerete le altre 2 coppie di personaggi, e fino a quando non inizierete le altre 2 campagne non capirete perchè loro fossero lì.
Un pregio di questo gioco è appunto il fatto di poter continuare a incrociare le storie di tutti i personaggi, creando curiosità nel giocatore, spingendolo a giocare tutte le campagne.

I personaggi di RE6 sono curatissimi nei dettagli e il gameplay è stato migliorato rispetto al suo predecessore, sembra infatti che CAPCOM abbia portato delle migliorie ascoltando le critiche piovute dai fans della saga.

Eccone alcune:
– Finalmente si può sparare con il personaggio in movimento, cosa che in RE5 non era possibile
– Doppiato egregiamente in italiano ( grazie al cazzo )
– I 2 personaggi più carismatici di RE finalmente insieme nello stesso capitolo ( Chris e Leon )
– Sono tornati i classici zombies ( i nemici storici di questa serie )

Resident Evil 6 Gameplay

Il Gameplay

Ormai vi siete rassegnati, Resident Evil non è più un “survival horror“, è un action puro e di conseguenza le maccaniche di gioco sono molto veloci,come lo sono anche i nemici che vi attaccano sempre in massa.
Una cosa da far notare è che CAPCOM, cercando di accontentare tutti, ha diversificato il gameplay in ogni singola campagna.
-Quella di Leon è la più lenta, diciamo che ricorda vagamente un vecchio RE e infatti i nemici sono gli zombies, il susseguirsi dei fatti viene rallentato da situazioni più claustrofobiche e forzate.
-Quella di Jake è una via di mezzo. I nemici principali sono i J’avo, una nuova razza di infettati, che a differenza degli zombies si avvalgono della facoltà di ragionare e usare armi a vostro discapito.
-Quella di Chris è decisamente la campagna più action. Mentre giocherete avrete la sensazione di non essere in un Resident Evil ma in un classico sparatutto in terza persona dove sono i nemici a temere la vostra forza.
-La quarta campagna, quella di MR X, è invece un mix action/stealth.
I boss di ogni campagna, dei veri fii de na grandissima, li incontrerete parecchie volte prima di dargli il KO finale. ( accadeva già in RE4 con Crauser e RE5 con Wesker )

Commento

Questo RE cerca di accontentare tutti, sia i vecchi fans che i neofiti, con un storia moolto longeva. Tirando le somme è quasi il doppio o il triplo di un RE classico.
Un’altra cosa che ha aggiunto CAPCOM è una modalità galleria dove potrete vedere i filmati sbloccati fino ai vostri salvataggi, in maniera cronologica.
Questa scelta forzata è dovuta al fatto che, essendo 4 storie che si incrociano, alle volte è facile perdere il senso della narrazione e questa cosa aiuta tantissimo il giocatore.
Per quanto riguarda il gioco nel suo complesso, vi sembrerà di stare in un film Hollywoodiano ad alto budget pieno di colpi di scena e con un susseguirsi di eventi catastrofici.
I personaggi, tutti curati e con un carisma e una personalità che spiccano sopra la media.
Una cosa che non riesco a capire è la critica di alcuni recensori sul fatto di aver a disposizione poche munizioni.
Io ho giocato alla modalità agente, che è la modalità piu’ difficile, e devo dire che se le munizioni fossero più abbondanti il gioco risulterebbe troppo semplice e banale. Ci sta inoltre da dire che, a differenza degli altri capitoli, CAPCOM ha sviluppato un combat system che punta parecchio sugli attacchi fisici e sui quick time events.

Consigliato a quasi tutti essendo un mix di parecchie robe con una bella trama.
Sconsigliato a chi pensa di comprare un survival horror vecchia scuola.

Pro
Ci sta Chris, Leon e Jake
Longevità esagerata in un action
Il fondoschiena di Ada Wong (Ops, ho spoilerato)
Gli Zombies hanno fame…
Contro
…ma li incontrerete raramente
Ve l’ho già detto che è un action e non un horror?

Voto 9

VN:R_U [1.9.22_1171]
Rating: 9.5/10 (2 votes cast)
Recensione Resident Evil 6, 9.5 out of 10 based on 2 ratings
Recensioni, Videogiochi , , , ,

5 comments


  1. am0n

    Editato e postato, gran bella recensione Marco!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  2. Hero_de_leyenda

    marco sei stato troppo buono con il voto!!! T__T mi mancano troppo i resident evil vecchio stile…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  3. Strangeday

    Anche a me mancano, il problema è quando tento di rigiocarli.
    Sentono il peso degli anni, e mi annoio subito. La cosa bella è ricordarli, non rigiocarli.
    Portare una chiave dall’altra mappa della polizia o della magione, è troppo noioso, troppe porte da aprire e di conseguenza anche troppi caricamenti, che spezzano il gioco.

    PS scusatemi per il ritardo della recensione, ma in un mese,
    TEKKEN, DEAD OR ALIVE E RESIDENT sono troppi e il tempo che ho sia per giocare che recensire è veramente poco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    • Bella recensione!
      Ma soprattutto ottimo lavoro in generale Marco! continua così!

      p.s. RE6 credo lo comprerò quando lo troverò ad un prezzo stracciato :soso:

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  4. Rajoal

    Insomma, il succo è che non si fanno più i videogiochi di una volta :P

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)