PS4 – Qualcosa su cui riflettere

PS4

Voci si aggirano ultimamente, la nuova e attesissima console ,next next gen, PS4 non permettera` l’utilizzo di giochi di seconda mano e nemmeno la retrocompatibilità con i giochi delle precendenti console.
Questa cosa basta gia` a farmi incazzare come una iena, se questa notizia risultasse veritiera potrei pure pensare di rivolgermi da qualche altra parte per praticare il mio passatempo preferito.
La maggior parte di voi non lo sanno ma questa notizia era stata già annunciata, con l’arrivo della PS3, in quel 2006-2007. Per fortuna risulto` non veritiera.

Ora, i ragionamenti che si possono fare dopo queste 2 notizie sono parecchi, e veramente mi trovo in conflitto con me stesso per capire se queste notizie siano buone o meno.

SONY, stanca di non prendere un soldo sui giochi usati e continuamente riciclati dagli stessi negozi, di sicuro con questa mossa vuole dare un taglio a questa cattiva abitudine dei consumatori, della compravendita dei giochi usati SONY non ne ricava niente.
Capisco benissimo la loro tattica e, francamente, vedrei bene la chiusura di qualche catena di negozi che a me stà parecchio sulle balle.
Non che io non compri mai in questa catena, ma mi irrito quando vedo clienti farsi valutare un gioco, dal commesso di turno, pochi euro e poi vedere lo stesso venduto 5 volte la cifra iniziale.
Una cosa fastidiosa di questa trovata è, per esempio, non poter prestare il gioco ad un amico oppure dover pensare che, una volta comprato, il valore sul mercato del gioco scenda praticamente a zero.
Provate a pensare che il gioco non potrete più venderlo perchè sulle altre PS4 non gira?
E noi collezzionisti, amanti di tutti i giochi, come facciamo?

Non la trovo un’idea corretta, il mercato dell’usato è sempre esistito, è come se comprassimo una Fiat punto e non potessimo venderla perchè altrimenti ci ritroveremo Lapo a bussare alla nostra porta lamentandosi, “sai io non prendo un euro!”.

Di sicuro io starei piu` attento ai miei acquisti e non comprerei più giochi mediocri che, fin ora, ho comprato rivolgendomi solo all`usato o al nuovo ma d’occasione.
Sarei d’accordo con SONY se con questa politica abbassasse almeno il prezzo dei giochi da 69 ad una ventina di euro, altrimenti per me sarebbe un suicidio( non mio, ma loro ).

Per la retrocompatibilità invece, è una cosa che mi aspettavo. Basti pensare al fatto che le prime PS3 erano retrocompatibili, le successive no, SONY ha fatto la stessa cosa con PSP e PSVITA. Però possedendo più di 60 giochi mi sarebbe piaciuto pensare di poterli rigiocare su una PS4.

VN:R_U [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (2 votes cast)
PS4 - Qualcosa su cui riflettere, 9.0 out of 10 based on 2 ratings
Console, News, Videogiochi , , ,

23 comments


  1. STRANGE

    Ti ho dato da lavorare parecchio.
    Sorry Amon, la prox volta cercherò di essere più chiaro.

    Adesso peró commentate.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. am0n

    No dai, è più che chiaro :D

    Per quel che riguarda la retrocompatibilità nulla di nuovo ma questo DRM che ti vincola fortemente il gioco al tuo account psn (e di rimando alle tua console) mi pare una porcata immane.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. Nikozzz

    mah… come hai detto te, la cosa potrebbe essere buona se abbassassero i prezzi di partenza da 70 ad almeno 40 euro…
    pero chiudere le catene di videogames non é neanche una cosa buona, con questa crisi, ma quante persone rimarrebbero senza lavoro?
    Io sono sempre contrario a levare posti di lavoro…
    comunque non credo sia una notizia veritiera, la sony prende uma percentuale sui giocho usati, fidatevi, il semplice fatto che un gamestop venda giochi sony usati, significa che la sony gli abbia dato (non gratis) i dovuti permessi…

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. Fabioso The Fabolous

    Purtroppo non è la sola Sony a muoversi in questo senso, anche su alcuni produttori di giochi girava notizia che avrebbero fatto uscire giochi “monouso”. Anche lo stesso WOW (per fare un esempio) è associato ad un account, quindi una copia di un gioco potrà essere giocata solo con un account, ma utilizzando anche pc diversi (ma di fatto la sostanza non cambia).

    La speranza è che si verifichi un abbassamento dei prezzi….io (personalmente) ho preso molti giochi perchè li ho trovati usati, in caso contrario non li avrei mai presi a prezzo pieno, quindi comunque il produttore non avrebbe visto un centesimo da me…come dicevo se già i prezzi di day 1 si abbassasero dalle 70€ attuali ai 50€ (simili ai prezzi per pc) già sarebbero più abordabili e si ricorrerebbe meno all’usato….p.s. io sono un fermo sostenitore dell’usato dei videogames e sopratutto del “prestare”, naturalmente un operazione del genere troncherebbe anche il prestito e di fatto non mi farebbe più essere pieno proprietario di un gioco, dato che non lo potrei prestare e quindi utilizzarlo a pieno

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. VulcanRaven

    No niko, le aziende dai giochi usati non ci ricavano un centesimo. Me lo dicono i miei amici che lavorano al gs. Loro cercano in tutti i modi di venderti l’usato perché: A- non pagano iva visto che il gioco è già stato venduto (la prima volta come nuovo) B- il ricavo è netto visto che gli viene reso dai giocatori e non devono pagare nulla a Sony ecc…
    Anche se hanno lo stesso gioco nuovo, i dipendenti gs danno precedenza al loro usato.

    E comunque le catene di giochi hanno ucciso una quantità smodata di privati. E’ vero che è brutto mandare a casa dei ragazzi, però che ne facciamo di tutti quelli che hanno dovuto chiudere la propria bottega a 40 anni e rimangono senza un lavoro e con una famiglia?

    Sorry l’off topic

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  6. 21K

    Praticamente io che rivendo i miei giochi (a prezzi che al GS se lo sognano xD ) rimarrei fregato come tante persone, se io compro una cosa ho il diritto di farci quel che voglio! Se abbassano i prezzi ok (30€ per un gioco al D1 mi sembra un prezzo giusto, considerate che i negozi online te li fanno pagare ben 50€) altrimenti mi sa che PS4 (o come caspita si chiamerà) io non la comprerò, se poi altre console useranno lo stesso sistema mi darò al pc gaming :D

    Avere un supporto fisico e poterlo usare solo su un account/console penso che sia una stupidata, francamente sono dell’idea che questo sistema sia applicabile ai contenuti in digital delivery. Infatti dal PSN Store la condivisione è possibile solo per due persone, ecco così avrebbe senso visto che il gioco è memoraizzato sull’hard disk e non puoi venderlo o prestarlo xD

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  7. STRANGE

    OFF TOPIC DELL’OFF TOPIC
    Dove sono finiti i negozi, i cui propietari mi chiamavano per nome, quei negozi dove ti fermavi anche a parlare del più e del meno?
    Non ci sono più.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  8. am0n

    Mi pare di capire che comunque il DRM per matchare il gioco necessiti di connessione, quindi (sempre in linea teorica) te dovresti avere un collegamento a internet e rimanere collegato anche se te metti a giocare in single player.

    Praticamente se non tieni la console collegata non giochi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  9. Fabioso The Fabolous

    Si Amon mi sono fatto pure io sta idea..praticamente la stessa cosa che la blizzard ha fatto con starcraft 2.

    Una piccolo ot (lo fò pure io)….70€ è vero sono tanti, ma i vg (almeno per console) sono sempre costati un bel pò….le cartucce per Game gear le pagavo 100.000 £ e stiamo parlando del ’90

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. STRANGE

    Zelda Mask of Majora, 140000 lire piu’ adattatore del N64 per giocarci 70000 lire. Totale 210000 per giocare a zelda.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  11. STRANGE

    I ricordi, non erano per final fantasy 7, ma erano per le lire?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  12. Hero_de_leyenda

    tra un pò ce le daranno in comodato d’uso ste console

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  13. Nikozzz

    Il vostro discorso non fa una piega…Comunque secondo me non faranno mai e poi mai una cosa simile…E se la facesso, davvero, io mi dò ad un’altra console..

    per rispondere a strangeday: ovviamente hai ragione, non esistono più quei negozi, ed oramai nei gamestop assumono persone che di videogiochi non ne capiscono una mazza…Forse gli unici che conosco che capiscono di videogiochi sono dante, hero e big boss degli sk…
    Il resto nada…
    E’ una cosa gravissima, secondo me il primo requisito che dovrebbe avere uno che sta li è la passione per i videogiochi…
    Ma comunque non è neanche questo il problema…
    Il problema è che oramai c’è un consumismo esasperato, la gente pur di avere l’ultima uscita al d1 è disposta a spendere 30-40 euro in più (io sono una di quelle eh!), e non c’è più un valore dei soldi da parte di noi clienti stessi.
    Non è una crisi di soldi, è una crisi di valori, che in parte si ripercuote anche nell’industria videoludica, e quindi GS e le varie catene se ne approfittano (giustamente, chiamali fessi!).

    Quindi la colpa di ciò è tutta di noi clienti.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    • 21K

      Ma difficilmente nei negozi di videogiochi troverai gente come Hero o Dante che sono appassionati veramente di vg, ma alla fine un minimo di conoscenza ce l’hanno tutti altrimenti come fanno a vendere? Non è questo il problema come hai detto tu ma c’è troppa speculazione sui giochi usati, vai al GS dove gli porti un gioco usato e te lo valuta 10€ per poi rivenderlo a 35€, ti pare giusto? A Sony/Microsoft/Nintendo secondo voi rode più il culo se ci guadagna il negozio (invece di comprare un gioco nuovo giustamente qualcuno lo prende usato e loro non ci guadagnano, GS si) oppure il privato? Io personalmente ho sempre venduto a prezzi stracciati i miei videogame su Ebay perchè ci guadagno di più e non posso speculare.

      Certo l’utenza ha anche le sue colpe ma solo un pirla spenderebbe 70-80€ per avere un gioco prima e non dopo, alla fine che ti cambia? Con tutti questi negozi online, gli store fisici ci stanno rimettendo ed è proprio per il prezzo dei videogiochi, l’unica comodità è che subito puoi giocarci ma per 20€ (siamo in tempo di crisi e i videogiochi non sono cose essenziali…forse per qualcuno si xD ) io aspetto anche due settimane. Idem per i dlc e altre cazzate, cioè io dovrei spendere 50€ per 4 dlc che potevano includere tranquillamente nel gioco (vedi la serie AC)? In questo caso è l’utenza che commette l’errore di acquistarli e le sh se ne approfittano, con 50€ ti compri un gioco nuovo o 2-3 di buona fattura.

      Quindi la colpa è un pò di tutti, dal produttore al consumatore

      VA:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  14. am0n
    Il vostro discorso non fa una piega…Comunque secondo me non faranno mai e poi mai una cosa simile…E se la facesso, davvero, io mi dò ad un’altra console..

    Credo che non si parli solo della sony, probabilmente anche microsoft/nintendo adotteranno questo sistema.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  15. STRANGE

    Io, capisco le case come EA che per giochi come Battlefield3 o dead space 2, hanno messo a pagamento il codice per giocare on-line.
    Compri un gioco usato?
    Bene, per giocare on line paghi 9.90 il codice per sbloccare la modalità multigiocatore.
    Questa cosa la comprendo, ma che non si possano comprare i giochi usati no.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  16. STRANGE

    Sempre da SPAZIOGAMES
    http://www.spaziogames.it/notizie_videogiochi/console_playstation_ps3/169323/rumor-sony-japan-brevetta-un-sistema-per-bloccare-l-usato.aspx
    gofreak, un utente del noto portale NeoGAF, ha pubblicato in data odierna un topic in cui compare quello che potrebbe essere un nuovo brevetto registrato da Sony Japan relativo al blocco della riproduzione dei titoli usati. Per il momento nulla è stato ancora confermato e la stessa Sony ha deciso di non rilasciare alcuna dichiarazione, eppure quanto emerge è già riuscito ad allarmare una grandissima schiera di videogiocatori.

    Molto probabilmente questo nuovo sistema legherà via NFC ogni gioco all’ID della console o all’account Playstation Network utilizzato, impedendone così l’esecuzione su altre macchine diverse da quella originaria. Ancora non è chiaro come verrà gestito il tutto, anche perché un’impostazione del genere dovrebbe prevedere la necessità di rimanere connessi costantemente alla rete.

    In attesa di ulteriori dettagli a riguardo, vi ricordiamo che a questo indirizzo potete trovare alcuni rumor relativi alle probabili specifiche tecniche della nuova macchina di casa Sony.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  17. Kuja

    cmq non mi sembrerebbe strano che facessero qualcosa di simile a steam ma su console… e se poi si comportassero come la valve nn sarebbe male xD

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  18. STRANGE

    Braggiu, non sodi cosa stai parlando

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  19. Io con la scusa della retrocompatibilità sto [provando] a vendere la mia FAT 60GB a 230€ :D

    Pezzi da collezione: pensavo l’avrei usata, invece avevo solo verificato che funzionasse poi mai tornato indietro (più per il tempo che per i giochi).

    In ogni caso, se le fanno funzionare solo online dovranno comprarmi un nuovo router xD

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  20. STRANGE

    Anche io ho una 60 giga, ma nonla venderò mai.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)