Recensione – Jagged Alliance Online

Da un pó di tempo ero in cerca di un RTS/Strategico a turni di tipo militare (basato peró su conflitti moderni, basta con i Romani ed il Medioevo!), ed ho trovato vari titoli interessanti ma oggi vi parleró di un browser game che mi sta piacendo parecchio: “Jagged Alliance Online”.

Si tratta di un MMORPG Free-2-Play (con le ormai immancabili micro-transazioni per armi/upgrade) per PC sviluppato da bigComposer Games per la piattaforma Gamigo. Più che un MMORPG, Jagged Alliance Online, è un MMOTBT (Turn Based Tactics) ispirato alla medesima serie di videogiochi Jagged Alliance che ha fatto la sua comparsa nel modo videoludico un bel pó di anni fa.

Visuale isometrica e mercenari incazzati sono gli elementi che contraddistinguono il titolo, una sorta di X-com con “le palle sotto”, così viene definito dai fan di JA, ma con i criminali cattivi al posto degli alieni invasori. Lo stile grafico non spicca con una grafica fedele ai vecchi JA ma adattata ad un browser game e di conseguenza non pompata ma piuttosto scarna.

Passando al gameplay e le meccaniche di gioco, ci troviamo di fronte ad uno strategico a turni come tanti altri dove dovremo controllare i nostri mercenari per completare le varie missioni della storia principale. Si avete capito bene, JAO ha una campagna principale oltre al comparto multigiocatore, nello specifico l’ormai celeberrimo PvP (Player Versus Player) dove potremmo allearci o sfidare le altre compagnie di mercenari. Dopo un breve tutorial entreremo nel nostro quartier generale dove sarà possibile acquistare o vendere equipaggiamento per i nostri mercenari, gestire la nostra compagnia ingaggiando nuovi soldati o licenziandone alcuni, un ospedale dove migliorare la salute dei nostri soldati, un magazzino per conservare oggetti/armi/munizioni ed il workshop dove possiamo upgradare le nostre armi tramite crafting.

Ogni mercenario ha dei pregi e difetti ma soprattutto una specializzazione che gli conferirà abilità specifiche: Commando (letale negli scontri a corto raggio ma inefficiente negli ingaggi a media/lunga distanza), Scout (grazie alle sue doti di ricognitore riesce ad individuare i nemici da lontano), Soldier (il classico combattente bravo in ogni circostanza), Gunner (grande potenza di fuoco e resistenza ai danni), Sniper (dotato di grandi abilità e precisione sulla lunga distanza ma poco incisivo negli scontri a corto raggio).

Il sistema di gioco a turni è classico dove ogni mercenario avrà dei punti azione che consumerà muovendosi o attaccando i nemici. È possibile far correre o muovere silenziosamente i nostri guerrieri ma quest’ultima azione comporterà un dispendio di PA maggiore.

Le modalità di fuoco per i fucili automatici sono due, singolo o raffica, una volta che il nemico sarà alla portata dell’arma (logicamente un fucile di precisione sparerà più lontano di uno shotgun) visualizzeremo quanti AP consumeremo e quale percentuale di successo avrà il colpo sparato che puó aumentare ma con un consumo eccessivo di punti azione. Sarà possibile colpire il nemico al busto con buone probabilità di fare centro o in testa ma quest’azione risulterà più dannosa e complicata a seconda dell’arma e abilità del nostro mercenario.

I nostri soldati avanzeranno di livello durante le missioni e, ad ogni nuovo livello che raggiungeranno, potremo distribuire i vari punti abilità e punti armi.
Con determinate armi ed abilità, oltre al danno, potremmo infliggere, o viceversa, un malus al nemico come una minore precisione o un uso limitato dei punti azione; con le giuste medicine peró potremo guarire i nostri mercenari da questi malus o aspettare che scompaiano dopo qualche turno.

Capiterà che un nemico ucciso lasci a terra munizioni/armi/equipaggiamento in maniera casuale che potremo vendere o dare ai nostri personaggi.

Il gioco è arrivato alla versione 2.0 ed introduce diverse novità, è possibile giocarlo solo in lingua inglese o tedesca ma la struttura di gioco richiede ben poche capacità di comprensione dell’inglese vista la sua curva di apprendimento molto bassa ma ció non significa che le missioni della campagna saranno una passeggiata, anzi, l’IA dei nemici si rivela buona e non di rado vi capiterà di rifare un livello più volte.

Jagged Alliance Online è un buon browser game che soddisferà i fan della saga e gli appassionati del genere senza troppe pretese, il gioco non costringe il giocatore all’uso delle microtransazioni, almeno nella campagna visto che nel PvP capiterà di giocare contro avversari alla nostra portata ma che potrebbero avere quella marcia in più grazie a qualche equipaggiamento migliore ottenuto pagando.

Per poter giocare subito visitate il seguente indirizzo,

http://jaggedalliance.gamigo.com/

Buon divertimento!

VN:R_U [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Recensione - Jagged Alliance Online, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
Recensioni, Videogiochi , , , , ,

6 comments


  1. am0n

    bella recensione!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  2. 21K

    Grazie Amon ;)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. Strangeday

    Bella recensione, peccato sia in Inglese
    Scusate l’ignoranza, ma c’e’ solo per PC?
    Quanto costa?
    Leggendo la recensione, e vedendo le immagini mi ricorda tantissimo il bellissimo COMMANDOS 3 di una decina d’anni fa.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. 21K

    Strange è un F2P (Free to Play) per PC giocabile via browser. Sarà anche in inglese ma è davvero semplice ed intuitivo come gioco e poi non si paga niente, ti consiglio di provarlo :)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. Pingback: Recensione – Jagged Alliance Online | Videogiochi e Console