Vai al contenuto

  • Connettiti con Facebook Connettiti con Twitter Log In with Steam Log In with Google Accedi
  • Registrati

Toggle shoutbox Shoutbox

DIW DISCORD SERVER->https://discord.gg/wGkMNwk
@  am0n : (15 agosto 2018 - 12:20 ) :hide:
@  LOST : (13 agosto 2018 - 16:42 ) Ahhaha ho visto :ups:
@  Ryuuji Takasu : (13 agosto 2018 - 16:35 ) Siamo entrati nello stesso momento :asd:
@  LOST : (13 agosto 2018 - 16:34 ) :dramma:
@  Ryuuji Takasu : (13 agosto 2018 - 16:32 ) :ups:
@  LOST : (13 agosto 2018 - 16:31 ) Ciao fitusi :A:
@  Murze : (10 agosto 2018 - 10:46 ) Lost-ronzo :ups:
@  Ahyskan : (30 marzo 2018 - 02:52 ) :morbidino:
@  Kuja : (30 marzo 2018 - 02:22 ) :dramma:
@  Ahyskan : (30 marzo 2018 - 02:22 ) :nikozzz:
@  Kuja : (30 marzo 2018 - 02:22 ) :-dito: :-dito: :-dito: :-dito:
@  Ahyskan : (30 marzo 2018 - 02:22 ) :satto:
@  Ahyskan : (30 marzo 2018 - 02:22 ) :-dito:
@  Kuja : (30 marzo 2018 - 02:21 ) :pedobear: :pedobear: :pedobear: :pedobear: :pedobear:
@  am0n : (27 febbraio 2018 - 10:00 ) http://clandiw.it/in.../8815-e-allora/
@  am0n : (27 febbraio 2018 - 09:51 ) allora siete ancora vivi, pezzi di fitusi :D
@  Rajoal : (26 febbraio 2018 - 11:27 ) :nikozzz:
@  Ryuuji Takasu : (24 febbraio 2018 - 01:05 ) :oddeo:
@  Ahyskan : (24 febbraio 2018 - 01:05 ) :A:
@  am0n : (22 febbraio 2018 - 00:05 ) :hide:
@  SwiNe : (22 settembre 2017 - 17:57 ) :A:
@  LOST : (05 settembre 2017 - 01:04 ) :A:
@  am0n : (05 giugno 2017 - 08:14 ) ecchime
@  Murze : (02 giugno 2017 - 14:51 ) Hero e Amon, Senato, ora!
@  FAFFO : (05 maggio 2017 - 16:48 ) si colpa tua che sei nabbo Q__Q

Manifesto | Dark Italian Warriors

Il termine Epifania significa “Apparizione Divina”. Per non entrare in conflitto con la di poco più famosa e celebrata festività religiosa e, forse anche, per non nascere sotto cattivi auspici, l’epifania dei Dark Italian Warriors arriva con un giorno di ritardo, il 7 Gennaio 2008. Questa è la data in cui nasce il Clan DIW.

 

Ma la parola clan è riduttiva, apprezzabile nel suo significato di Famiglia, troppo stretta per indicare quel grande sistema, complesso e articolato, che è l’universo DIW.

 

In un’epoca nella quale il gioco online su PS3 compiva i primi passi, erano tante le persone che si riunivano sotto un’etichetta e in gruppo affrontavano i piaceri del multiplayer online. I clan sorgevano un po’ ovunque nello sterminato cosmo di internet e fra questi nascevano anche i DIW.

 

Potrei dire che questo clan si presentava diverso dagli altri. Che era fondato su principi migliori e con obiettivi diversi. Che era lungimirante, organizzato e chissà, anche più cazzuto degli altri. In verità il nuovo clan non era nulla di tutto questo. Solo un contenitore che aspettava di essere riempito. Un guscio senza anima.Molti clan sono rimasti tali. Altri hanno avuto un’anima debole e infelice.

 

Forse sarà stata solo fortuna, forse sin dagli inizi i fondatori del clan erano riusciti a dare quel “qualcosa in più”, di diverso, chi può dirlo? Sta di fatto che quel guscio non rimase vuoto a lungo.

 

Persone vere, compagni di gioco, amici virtuali e reali, ragazzi e ragazze animarono ben presto la vita del clan. Da subito il Clan trovò un’anima ricca e variegata. Un’anima che si arricchiva sempre più, ogni giorno, con l’apporto di ogni singola persona che ha speso il proprio prezioso tempo in compagnia e a favore degli altri. Ragazzi e ragazze con le loro storie personali, i loro sogni e le loro delusioni. I loro caratteri così diversi: l’allegro, l’esigente, il permaloso, il serio, il furbo, lo stupido, il giusto, l’amico. Ma per quanto differenti e opposti, tutti avevano un’appartenenza comune e tutti erano protagonisti e complici di uno stesso disegno. Erano membri del Clan? Facevano parte di una famiglia? Forse di una comunità? O di un gruppo di amici? Niente di tutto questo. Loro erano semplicemente DIW.

 

Perchè qui non si parla del Clan DIW, come un’entità astratta, una sorte di bene superiore, lontano e irrangiungibile. Ma dei DIW, i Dark Italian Warriors, ossia le singole persone che non solo rappresentano, ma sono essi stessi il Clan. Io non faccio parte del Clan DIW, io sono un DIW. E come me lo sono tutte le decine di persone che hanno deciso di esserlo a loro volta.

 

Il Clan DIW è una meravigliosa struttura, creata da gente che ha messo la propria capacità a servizio di tutti noi. Un clan di un gioco all’origine, una comunità sempre più articolata in seguito. Le persone sono diventate molte, i giochi su cui divertirci anche. Ma abbiamo scoperto col passare del tempo che non erano solo i videogames ad accomunarci. Le nostre idee entravano in contatto le une con le altre, si incontravano, si scontravano ed imparavano. Gli interessi in comune aumentavano, la curiosità verso gli altri diventava una spinta inesorabile. È così che abbiamo superato i confini che ci eravamo imposti, abbandonando l’idea di un gruppo finalizzato al gioco online, per abbracciare quella di una comunità di persone che traevano piacere dallo stare insieme e condividere con gli altri il proprio tempo.

 

Il Clan è il corpo. I DIW ne sono l’anima. Un’anima accesa da un’infinita vitalità. Tantissimi sono diventati DIW, alcuni hanno poi dovuto abbandonare la loro essenza, molti l’hanno condivisa a lungo, tutti gli altri per sempre. I DIW sono cresciuti insieme per anni, si sono conosciuti dal vivo, hanno organizzato viaggi e vacanze insieme, nord-sud, centro e isole, hanno frantumato barriere territoriali e non solo. Hanno condiviso le loro gioie, i loro momenti difficili, le loro aspettative e i loro dispiaceri.Tutti noi siamo andati oltre quello che era un semplice clan per PS3, fondato da due loschi studenti che non avevano molta voglia di impegnarsi nello studio.

 

Un DIW è per sempre. Perchè quando si diventa DIW, non lo si fa entrando nel clan, ma dichiarando il proprio essere, riconoscendo la propria natura. Proprio come si può essere alti o bassi, maschi o femmine, così si è DIW o non DIW. E non si può smettere di esserlo.

Oggi il Clan DIW è l’insieme di queste meravigliose persone, ma c’è forse un’espressione, che prendo in prestito da un DIW, che da sola riesce a cogliere l’essenza di questa comunità: “Il Clan DIW è il baretto sotto casa”. È quindi il rifugio dove recarsi dopo una giornata faticosa, il luogo sacro dove gli amici incuranti di tutto, si riuniscono. Dove un’idea buttata lì si trasforma in realtà. Dove una discussione banale diventa uno scontro sui massimi sistemi. Il luogo dove comunque vada, sai bene che il giorno dopo ci tornerai, per ritrovare le stesse facce e le stesse discussioni.

 

Alessio “Rajoal

Powered By Custom Pages 2.0.3 © IPSlink.pl
clanDIW 2013v1 skin by FAFFO and iMoro